La vera storia di Babbo Natale: un successo firmato Coca-Cola

santa-claus-768x632Natale senza Babbo Natale non è affatto Natale! Babbo Natale è difatti diventato la figura ufficiale che rappresenta il Natale, il dispensatore di doni, la personificazione di questi giorni di feste: generoso, onnipotente e soprattutto onnipresente. Incarnazione laica del Natale, questo omaccione con la barba bianca, vestito di rosso, che sia un vescovo o un papa all’origine, sembra aver spodestato un altro Dio, quello cattolico legato indissolubilmente alla figura di Gesù Bambino. E ha avuto la meglio anche su un’altra concorrente, la Befana, personaggio indiscusso dell’infanzia di molti, destinato oggigiorno quasi all’oblio e associato ormai esclusivamente a cioccolatini e caramelle. Com’è possibile che questa figura mitica sia cresciuta a tal punto? si chiedono Alfio e Michele Maggiolini in La vera storia di Babbo Natale, libro che ripercorre in maniera approfondita tutta la storia di Babbo Natale dalla sua nascita nel 1822 fino ad oggi. In realtà, come spiegano i due autori, Babbo Natale non solo ha una data e un luogo di nascita, ma una lunga storia, che si sviluppa da circa duecento anni, un tempo sicuramente considerevole, ma ancora breve se rapportato alla lunga storia del Natale. Nel libro gli autori si interrogano anche sul significato odierno della festa, perché Babbo Natale ne rappresenta l’essenza, l’icona onnipresente dello shopping natalizio. Partendo dalla storia del Sole celebrato proprio nei giorni in cui sembra fermarsi e morire, vale a dire il 21 dicembre, giorno del solstizio d’inverno in cui si ha il minimo delle ore di luce e il tempo pare arrestarsi, proseguono con i Saturnali, una festa in onore di Saturno, dio dell’agricoltura che inizia il 17 dicembre e culmina il 25, giorno della nascita del sole invitto, Dies natalis Solis invicti. Il Natale romano era una festa degli eccessi, si sa. I Romani amavano restare svegli tutta la notte per salutare le prime luci dell’alba. La Chiesa, pertanto, ha cercato di contrastare questa dimensione trasgressiva del Natale investendola di un’aurea di sacralità, di nuova nascita e famiglia. In verità la Chiesa ha iniziato a celebrare la nascita di Gesù solo a partire dal IV secolo, tra il 325 e il 354, dopo il Concilio di Nicea fortemente voluto da Costantino. Se torniamo a Babbo Natale in Italia, Père Noël in Francia, Santa Claus negli Stati Uniti e nei paesi anglosassoni, Santa Claus altro non è che una storpiatura del nome olandese Sinter Klaas, derivato da San Nicola.
L’esistenza storica di Babbo Natale è facilmente rintracciabile e la sua provenienza non sarebbe il lontano Polo Nord bensì gli Stati Uniti. Come ci raccontano Alfio e Michele Maggiolini, il padre di Babbo Natale sarebbe il pastore luterano Clement Clark Moore, professore di teologia e letteratura greca, che avrebbe scritto un breve racconto A Visit from Saint Nicholas dove appare per la prima volta la figura di questo vecchietto che, su una piccola slitta trainata da renne, porta regali ai bambini. La diffusione su scala mondiale della figura di Babbo Natale, però, non è da attribuirsi alla letteratura ma a una bibita americana per eccellenza: la Coca-Cola. A partire dagli anni venti, infatti, la figura di Santa Claus è adottata dalla Coca-Cola come immagine pubblicitaria per la bevanda. Il grafico Haddon Sundblom, al quale fu affidata la campagna pubblicitaria nel 1931, ebbe la geniale idea di raffigurare dei bambini mentre portavano la Coca-Cola a Santa Claus. Il successo fu sorprendente e il Babbo Natale paffuto disegnato da Sundblom con la barba e i capelli bianchi, il cappello e il vestito rosso, è diventato il Babbo Natale che tutti conosciamo oggi, incarnazione laica del Natale, dispensatore di doni, icona indiscussa dello shopping natalizio.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...